Tacco alto, croce e delizia dell’universo femminile. Come i tacchi alti possono provocare il mal di schiena.

La maggior parte delle donne ama indossare il tacco alto, indossando calzature che le fanno guadagnare fino a venti centimetri di altezza in più. Il risultato è maggior femminilità e sensualità ma anche minor base di appoggio e equilibrio.

I tacchi, se diventano un’abitudine, possono causare problematiche alla schiena, dovute a un’alterazione della postura con accentuazione della lordosi lombare e spostamento anteriore del baricentro.

Oltre al mal di schiena, una serie di problematiche muscolo-scheletriche più frequenti legate all’utilizzo dei tacchi, sono rappresentate  dalle distorsioni e dalle metatarsalgie. Le prime, chiamate anche storte, sono molto frequenti in donne che indossano tacchi al di sopra dei 6 cm di altezza e dipendono dalla mancanza di equilibrio che rende l’articolazione della caviglia più soggetta a instabilità. Le seconde dipendono dall’errato appoggio e dalla distribuzione del carico centrato maggiormente sull’avampiede e sui metatarsi che, alla lunga, si infiammano e causano il tipico dolore durante l’appoggio. Fisiologicamente la distribuzione del peso del corpo sul piede scalzo è di circa il 43% sull’avampiede e 57% sul retropiede. Con tacchi che superano i 6 cm la distribuzione del peso cambia notevolmente fino ad arrivare al 70% del peso sull’avampiede.

 

Il caso di Daniela

Daniela, medico chirurgo specializzato in chirurgia plastica, soffre da almeno due anni di un dolore che si rende acuto soprattutto di notte nel compartimento laterale del ginocchio. Daniela ha due grandi passioni: il suo lavoro di chirurgo, che svolge con grande amore e successo e la scarpe con tacco di 15 cm. Giungendo presso il nostro centro abbiamo valutato la possibilità di una compressione radicolare. La sua risonanza magnetica ha evidenziato infatti una ernia del disco lombare, ma lei per tanto tempo ha provato a curarsi in maniera errata concentrandosi solo sul ginocchio. Capito il suo problema, abbiamo immediatamente affrontato la problematica con le cure adeguate. Sin dalle prime sedute si sono visti i risultati positivi, la paziente finalmente riusciva a dormire la notte con rare interruzioni di dolore notturno. Non siamo ancora riusciti a risolvere del tutto il problema per il semplice motivo che Daniela non vuole abbandonare i suoi tacchi alti. Probabilmente una accentuazione della lordosi lombare, causata da un tacco troppo alto,  può portare una maggiore compressione radicolare sollecitando il nervo sciatico.

Consigli

  • Non devi rinunciare al tacco, ma ridurne l’utilizzo.
  • Non utilizzare scarpe troppo basse, come le ballerine, o troppo alte sopra i 6 cm.
  • Se soffri di mal di schiena utilizza delle scarpe con una suola in gomma, che ammortizza molto gli urti, con uno spessore nel retropiede di circa 4-5 cm che permette un buono scarico della zona lombare.
  • Fai esercizi di stretching di tutta la catena miofasciale posteriore

Dott. Marco Musorrofiti – dott.ssa Viola Gallarino
Fisioterapia e Riabilitazione Roma Prati
Via Crescenzio 107
00192 Roma (zona Prati)
Tel.: 06 6880 9158