Portale di informazione non ufficiale dedicato alla fisioterapia e all'albo dei fisioterapisti online

Poco sonno aumenta del 400% il rischio di infarto

La mancanza di sonno può portare ad avere problemi di salute.

Una ricerca presentata nel 2012 alla conferenza internazionale SLEEP suggerisce che dormire meno di 6 ore a notte può aumentare il rischio di infarto per persone di mezza età o età avanzata.

Quando si è giovani si ha l’impressione che possono bastare anche 4-5 ore per ritornare in piena forma, ma con l’età che avanza bisogna sempre di più stare attenti alle ore che dedichiamo al sonno.

Gli altri fattori di rischio per carenza di sonno sono:

  • Obesità: poco sonno provoca una variazione della quantità degli ormoni dell’appetito (grelina e leptina)
  • Tumori: aumenta il rischio di formazioni di adenomi
  • Sterilità: diminuzione di circa il 30% della concentrazione degli spermatozoi
  • Mal di schiena: aumenta il rischio di avere un mal di schiena aspecifico
  • Maggior rischio di diventare diabetici
  • Triplica il rischio di ammalarsi d’influenza abbassando le difese immunitarie
  • Aumenta il rischio di problematiche gastrointestinali

Per tale motivo è importante cercare di dormire almeno 7-8 ore a notte senza interruzione della fase REM, ovvero la fase più importante nel sonno, acronimo di Rapid Eye Movements, in cui gli occhi si muovono con movimenti rapidi ritmici. In questa fase è l’unico momento in cui riusciamo a sognare. Viene chiamata anche con il termine sonno paradosso deriva dal fatto che l’elevata attività celebrale e i rapidi movimenti oculari che caratterizzano questa fase sono in contrasto con il grado di generale rilassamento muscolare.

I consigli per dormire meglio la notte:
– Evitare di riposare il pomeriggio
– Fare dell’attività motoria almeno 4 volte a settimane
– Fare stretching prima di andare a letto
– Svolgere della meditazione tutti i giorni
– Utilizzare un letto comodo e accogliente che sostiene bene il corpo
– Non allenarsi la sera prima di andare a letto
– Bere delle tisane rilassanti la sera (a base di camomilla, valeriana, passiflora) e al posto dello zucchero utilizzare un po’ di miele

Dott. Marco Musorrofiti
Fisioterapia e Riabilitazione Roma Prati
Via Crescenzio 107 (zona prati)
00192 Roma
Tel.: 06 6880 9158

 

Similar posts
  • Postura e computer In questo articolo spiegheremo come una postura errata davanti ad un computer può portare ad avere mal di schiena. Consigli utili per chi lavora alla scrivania. Quando si parla di mal di schiena, in genere, si fa riferimento a un disturbo molto comune. Come sappiamo tutte le vertebre sono interamente correlate tra di loro, stare seduti [...]
  • La posizione del gatto per combattere... Esercizi da fare a casa per chi soffre di mal di schiena La posizione del gatto o marjariasana è una delle posizioni più praticate nello yoga. Questa posizione migliora la rigidità della schiena, rendendo più flessibile la colonna vertebrale, il collo e le spalle. Permette di migliorare lo stato di rigidità per tutti coloro che [...]
  • Tacchi alti e mal di schiena Tacco alto, croce e delizia dell’universo femminile. Come i tacchi alti possono provocare il mal di schiena. La maggior parte delle donne ama indossare il tacco alto, indossando calzature che le fanno guadagnare fino a venti centimetri di altezza in più. Il risultato è maggior femminilità e sensualità ma anche minor base di appoggio e [...]
  • Dormire bene previene il mal di schie... IL SONNO PUO’ INFLUIRE SULLE PROBLEMATICHE ALLA SCHIENA? Voglio condividere con voi la mia esperienza. Non ho mai sofferto di mal di schiena in vita mia ma da quando è nata la mia bambina (Azzurra) ho sofferto di un dolore lombare acuto irradiato alla gamba posteriormente. Riflettendo su cosa possa aver scatenato questo dolore ho [...]
  • Come curare il mal di schiena senza f... RIMEDI PER IL MAL DI SCHIENA CON LA FISIOTERAPIA Come curare il mal di schiena senza l’utilizzo di farmaci. Il dott. Marco Musorrofiti spiega gli enormi progressi fatti dalla fisioterapia e riabilitazione in Italia per le problematiche di colonna vertebrale. La fisioterapia dispone di molte tecniche innovative per cercare di ripristinare le disfunzioni patologiche che [...]

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Facebook