Gli elementi strutturali richiesti per uno studio professionale di fisioterapia sono:

– nessun locale accessibile e di utilizzo deve essere inferiore ai 10 mt quadri.
– ogni locale deve essere raggiunto da luce naturale, escluso ripostigli o sgabuzzini.
– la tintura sui muri deve essere lavabile fino ad 1,80 mt da terra.
– i pavimenti devono essere di superfice non porosa, non assorbente e disinfettabile.
– il bagno deve avere un antibagno che può essere ricavato anche da un bagno con superfice di 10 mtq (questa regola tuttavia non è vincolante se determina un ripristino oneroso), il totale di bagno e antibagno deve stare nei 10 mtq, se di più non importa.
– l’estintore non è obbligatorio, tuttavia possono esserci particolari richieste dipendenti da regole territoriali e non nazionali e può rientrare in un elemento aggiuntivo, e non obbligatorio, che il professionista reputa opportuno.
– la cassetta di primo soccorso rientra nella dotazione necessaria e di minima per l’esercizio di una professione qualsiasi.
– il defibrillatore non è necessario nel modo più assoluto
– l’insegna rientra nell’argomento pubblicità sanitaria e deve essere autorizzata dal sindaco unitamente alla richiesta di poter pubblicizzare la propria attività sanitaria in quel comune, le misure delle targhe e insegne sono indicate dall’ufficio tecnico di ogni comune, possono variare da comune a comune.
– la vetrina con il logo, soprattutto se interno alla medesima, non dovrebbe rientrare nella dicitura “insegna”, ma devi sempre rifeririti all’ufficio tecnico del comune perchè spesso sono regole che autonomamente i comuni possono modificare.
se hai bisogno di altro non farti problemi a chiedere.