Portale di informazione non ufficiale dedicato alla fisioterapia e all'albo dei fisioterapisti online

Lombalgia dopo i 50 anni

I dolori alla schiena sono spesso provocati da posture scorrette. La lombalgia o più comunemente dolore alla schiena coinvolge la colonna vertebrale e la muscolatura.

Generalmente la lombalgia è caratterizzata da dolore spontaneo, localizzato al rachide lombare, che si accentua con la pressione locale. Questa condizione colpisce ogni anno circa il 40% delle persone ed è uno dei più comuni motivi per cui le persone si recano dal medico. Dal 70 all’80% della popolazione occidentale manifesta almeno un episodio di lombalgia nella vita.

Chi ne è soggetto
L’incidenza del problema aumenta con l’avanzare dell’età, poiché le vertebre iniziano a perdere stabilità, provocando dolori molto spesso invalidanti.

A far crescere il rischio di lombalgia non è però solo il passare degli anni: anche lavori o attività che richiedono di piegarsi ripetutamente, di sollevare pesi o di ruotare il tronco possono portare a mal di schiena.
Inoltre, sembra esserci una maggiore predisposizione nelle donne che, superati i 50 anni, con l’arrivo della menopausa e l’inizio della perdita di massa ossea alle vertebre, manifestano dolori lombari e alla colonna vertebrale.

Terapia

Quando il dolore è particolarmente forte e si protrae senza alcun miglioramento per più di 24-48 ore è necessario recarsi dal medico o assumere farmaci con proprietà antinfiammatorie o analgesiche.
Tra i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e analgesici disponibili in un contesto di automedicazione, quelli con durata dell’azione antalgica più protratta sono da preferire in quanto consentono un minor numero di assunzioni quotidiane, aiutano ad evitare problemi di sovradosaggio e permettono ai pazienti di dormire meglio anche durante la notte. La fisioterapia con energie fisiche evolute e terapie microgravitarie posturali sono considerate la miglior soluzione terapeutica e di mantenimento.

 

Referenze

Hoy D, Bain C, Williams G, et al. A systematic review of the global prevalence of low back pain, in Arthritis Rheum., vol. 64, nº 6, giugno 2012, pp. 2028–37

Nourbakhsh, et al. (2002) Relationship between mechanical factors and incidence of low back pain. J Orthop Sports Phys Ther. 2002 Sep;32(9):447-60

Similar posts
  • La ginnastica (invisibile) da fare in... Ginnastica per mantenersi in forma tutti i giorni nel tuo ufficio. Trascorri molte ore alla scrivania e, dopo lunghe giornate passate con posture sbagliate o nella stessa posizione, a fine giornata avverti una serie di dolori alle gambe, alle spalle e soprattutto alla schiena. Cosa fare per alleviare gli acciacchi causati da una cattiva postura? [...]
  • Ti ha colpito la STREGA? Le soluzioni... Il colpo della strega perchè causa dolore alla schiena? I rimedi da svolgere a casa e con la fisioterapia.   Il colpo della strega è un evento acuto che irrigidisce istantaneamente i muscoli lombari. Il fenomeno è estremamente doloroso e la contrattura muscolare impedisce il movimento per diversi giorni. Le cause Alla base di un colpo [...]
  • 12 accorgimenti per non ritornare ad ... Cosa fare dopo un percorso riabilitativo per un mal di schiena? Quali sono i principali accorgimenti da adottare per non ritornare allo stato doloroso? Subito dopo un percorso riabilitativo per un mal di schiena il paziente si ritrova spesso spaesato non sapendo cosa bisogna fare. Questo è un momento chiave per la salute della persona, [...]
  • Postura e computer In questo articolo spiegheremo come una postura errata davanti ad un computer può portare ad avere mal di schiena. Consigli utili per chi lavora alla scrivania. Quando si parla di mal di schiena, in genere, si fa riferimento a un disturbo molto comune. Come sappiamo tutte le vertebre sono interamente correlate tra di loro, stare seduti [...]
  • La posizione del gatto per combattere... Esercizi da fare a casa per chi soffre di mal di schiena La posizione del gatto o marjariasana è una delle posizioni più praticate nello yoga. Questa posizione migliora la rigidità della schiena, rendendo più flessibile la colonna vertebrale, il collo e le spalle. Permette di migliorare lo stato di rigidità per tutti coloro che [...]

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Facebook