Portale di informazione non ufficiale dedicato alla fisioterapia e all'albo dei fisioterapisti online

IL DOLORE AL POLSO DELLE MAMME

Le donne in gravidanza e le neomamme possono andare incontro ad un fastidioso dolore al polso che rischia di diventare invalidante e limitare le attività della vita quotidiana. La sindrome del tunnel carpale e la sindrome di De Quervain sono i disturbi più comuni che colpiscono i polsi delle neomamme.

La sindrome del tunnel carpale

“Durante le ultime settimane di gravidanza ho iniziato ad avvertire dolore al polso associato a bruciore e perdita di forza alla mano. Mi svegliavo spesso la notte con il bisogno di shakerare la mano e sentivo poca forza quando afferravo gli oggetti…”

La gravidanza induce un aumento dei fluidi circolanti e questo può provocare gonfiore e aumento della pressione anche a livello del polso, più precisamente nel canale del carpo. La compressione coinvolge il nervo mediano e si traduce in dolore e formicolio lungo l’avambraccio e sensazione di addormentamento alle prime tre dita della mano: pollice, indice e medio.

Rimedi

  • Per quanto riguarda la terapia farmacologica è efficace l’inflitrazione di corticosteroidi nel breve termine e assunzione di FANS al bisogno.
  • La fisioterapia è bene iniziarla il prima possibile!
  • Il trattamento riabilitativo può prevedere la Terapia Manuale, attraverso l’utilizzo di mobilizzazioni tissutali e carpali, stretching, esercizi di neurodinamica, rinforzo dei muscoli deficitari ed esercizi funzionali. Anche la terapia strumentale può essere di notevole aiuto tramite laser ad alta potenza e l’utilizzo di correnti elettromagnetiche.
  • L’utilizzo di uno splint notturno può essere consigliato nelle prime fasi ed è efficace contro i risvegli notturni.
  • A circa un mese dal parto il problema spesso si risolve spontaneamente, questo è dovuto alla ridistribuzione dei liquidi.

 La tenosinovite di De Quervain

 “Quel dolore al polso, in prossimità del pollice, che mi impediva di prendere in braccio mio figlio, di aprire i barattoli e di utilizzare il mouse del computer…”

 Si tratta di un disturbo tendineo a carico dei muscoli estensore breve del pollice e abduttore lungo del pollice, che causa dolore e gonfiore in prossimità di polso e pollice, associato talvolta ad una irradiazione del dolore lungo l’avambraccio o alla mano. Il dolore si acuisce durante le prese pollice-indice e durante l’inclinazione della mano verso il mignolo.

Le cause più probabili sembrano essere legate all’utilizzo eccessivo del polso, proprio quella mano con cui si tiene il neonato in braccio e che causa un sovraccarico muscolare e tendineo.

Rimedi

  • Sicuramente il primo passo da fare è diminuire il carico sulla mano coinvolta, trovando strategie diverse per tenere il piccolo in braccio e alternando con entrambe le mani.
  • In caso di forte dolore è consigliabile far uso di antiinfiammatori. Nel caso di allattamento al seno rivolgiti al ginecologo per sapere quali sono quelli consigliati.
  • Il trattamento conservativo prevede anche l’utilizzo di tutori, o splint, elettroterapie, tecniche di miofibrolisi ed esercizi. Per quanto riguarda gli splint ne sono proposti vari modelli con base dorsale e volare e fori che lasciano libera la zona dello stiloide radiale, spesso dolente ed edematoso.
  • L’intervento chirurgico è sconsigliato in questi casi.

Conclusioni

Prendere in braccio il proprio bambino/a è il desiderio di ogni mamma, fallo con le dovute cautele e rivolgiti al tuo fisioterapista ai primi sintomi per una pronta guarigione.

Dott. Marco Musorrofiti – dott.ssa Viola Gallarino
Fisioterapia e Riabilitazione Roma Prati
Via Crescenzio 107
00192 Roma (zona Prati)
Tel.: 06 6880 9158

A cosa serve Lasonil Antinfiammatorio- Antireumatico

Similar posts
  • La ginnastica (invisibile) da fare in... Ginnastica per mantenersi in forma tutti i giorni nel tuo ufficio. Trascorri molte ore alla scrivania e, dopo lunghe giornate passate con posture sbagliate o nella stessa posizione, a fine giornata avverti una serie di dolori alle gambe, alle spalle e soprattutto alla schiena. Cosa fare per alleviare gli acciacchi causati da una cattiva postura? [...]
  • Plagiocefalia da posizione Come prevenire e curare la plagiocefalia nel neonato. La plagiocefalia è una alterazione morfologica della testa del neonato causata da una plagiocrania, ovvero da una deformazione delle ossa del cranio. All’esame obiettivo si riscontra, in questi pazienti, una asimmetria del cranio a causa di un appiattimento di un lato del cranio e l’anomala espansione della [...]
  • Come prevenire la FASCITE PLANTARE La fascite plantare è la più comune problematica che causa dolore ai piedi. Consigli su come prevenirla. Il termine più appropriato per definirla è “fastidiosa”: la fascite plantare si avverte principalmente i primi passi dopo un periodo di inattività, come per esempio dopo essere stati seduti a lungo alla scrivania o dopo aver dormito la [...]
  • Postura e computer In questo articolo spiegheremo come una postura errata davanti ad un computer può portare ad avere mal di schiena. Consigli utili per chi lavora alla scrivania. Quando si parla di mal di schiena, in genere, si fa riferimento a un disturbo molto comune. Come sappiamo tutte le vertebre sono interamente correlate tra di loro, stare seduti [...]
  • La posizione del gatto per combattere... Esercizi da fare a casa per chi soffre di mal di schiena La posizione del gatto o marjariasana è una delle posizioni più praticate nello yoga. Questa posizione migliora la rigidità della schiena, rendendo più flessibile la colonna vertebrale, il collo e le spalle. Permette di migliorare lo stato di rigidità per tutti coloro che [...]

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Facebook