Coxalgia: i consigli per i ciclisti.

Molti ciclisti manifestano dolore all’inguine, che con il tempo si diffonde a tutta l’anca e si irradia a cosce e glutei. Questo dolore può essere scatenato da fattori genetici, infiammatori, traumatici, degenerativi o da errori posturali.

La coxalgia è associata ad un processo patologico a carico dell’articolazione coxofemorale (l’articolazione tra la testa del femore e l’osso iliaco del bacino) e si manifesta proprio con un dolore all’anca che si estende a inguine, glutei, cosce e ginocchia. È una patologia che tende a risolversi spontaneamente con riposo e terapia a base di farmaci antinfiammatori, per una durata di circa 7-10 giorni.

La terapia

Quando il disturbo è in uno stadio da lieve a moderato, i trattamenti a disposizione sono: la terapia con farmaci e la fisiochinesiterapia; se il dolore persiste è bene recarsi dal proprio medico.

La terapia a base di FANS (antinfiammatori non steroidei) come il naprossene, l’ibuprofene e il flurbiprofene, riduce l’infiammazione e il dolore per diverse ore.

Eseguire ogni esercizio da 1 a 5 volte consecutive, almeno una volta al giorno. Aumentare in modo graduale la frequenza di ogni esercizio fino ad arrivare a 10 volte consecutive, anche 2 sessioni al giorno.

Bibliografia

Lindner D, Agar G, Domb BG, Beer Y, Shub I, Mann G. An unusual case of leg pain in a competitive cyclist: a case report and review of the literature.

Sports Health. 2014 Nov;6(6):492-6. doi: 10.1177/1941738114524160.

https://www.lasonil.it/prevenire-il-dolore/esercizi-per-lanca/

https://www.nicolaportinaro.it/2012/03/02/artrite-transitoria-dellanca/

https://www.rheumaliga.ch/assets/doc/CH_Dokumente/fachpersonen/update_2016_dokumentation/Hueftschmerzen-Kursunterlagen-Update-2017-IT.pdf

https://www.freepik.com/free-photo/travel-cycling-mountain-vacation-lifestyle_1088182.htm#term=ciclist&page=1&position=1