Portale di informazione non ufficiale dedicato alla fisioterapia e all'albo dei fisioterapisti online

Come prevenire la FASCITE PLANTARE

La fascite plantare è la più comune problematica che causa dolore ai piedi. Consigli su come prevenirla.

Il termine più appropriato per definirla è “fastidiosa”: la fascite plantare si avverte principalmente i primi passi dopo un periodo di inattività, come per esempio dopo essere stati seduti a lungo alla scrivania o dopo aver dormito la notte, provocando un forte dolore su tutta la fascia plantare del piede e localizzandosi spesso nella zona del calcagno.

I primi passi spesso sono i più dolorosi, poi il dolore diventa più sordo ma sempre costante non permettendo di fare lunghe passeggiate.

Per capire se realmente si soffre di una fascite plantare la prima azione da svolgere è andare dal medico di fiducia, per una corretta diagnosi eventualmente supportata da esami strumentali diagnostici (ecografia, radiografia o eventuale risonanza magnetica).

Un esame che aiuta a svolgere una corretta valutazione sull’appoggio plantare è l’esame stabilometrico e baropodometrico, che permette di rilevare le pressioni in ogni punto della superficie plantare sia in statica che in dinamica.

In caso di conferma nella diagnosi bisogna svolgere un appropriato percorso riabilitativo costituito da terapie fisiche evolute per la cura dei tessuti lesionati. Le principali terapie svolte in fisioterapia per questa patologia sono: terapia con onde d’urto focalizzate, laserterapia ad alta potenza, vibrazioni meccano-sonore focalizzate. Contemporaneamente a queste viene svolta della terapia manuale e della chinesiterapia specifica.

La prevenzione è nella maggior parte dei casi costituita da:

  • calzature comode con una buona suola in gomma
  • plantare su misura
  • fare dello stretching non solo della fascia plantare ma di tutta la catena posteriore
  • fare un automassaggio con una pallina da tennis sotto la fascia plantare
  • fare esercizi propriocettivi prensili raccogliendo con le dita dei piedi un fazzoletto da terra
  • fare la sera dei pediluvi rilassanti

Dott. Marco Musorrofiti
Fisioterapia e Riabilitazione Roma Prati
Via Crescenzio 107 (zona prati)
00192 Roma
Tel.: 06 6880 9158

Similar posts
  • Plagiocefalia da posizione Come prevenire e curare la plagiocefalia nel neonato. La plagiocefalia è una alterazione morfologica della testa del neonato causata da una plagiocrania, ovvero da una deformazione delle ossa del cranio. All’esame obiettivo si riscontra, in questi pazienti, una asimmetria del cranio a causa di un appiattimento di un lato del cranio e l’anomala espansione della [...]
  • Postura e computer In questo articolo spiegheremo come una postura errata davanti ad un computer può portare ad avere mal di schiena. Consigli utili per chi lavora alla scrivania. Quando si parla di mal di schiena, in genere, si fa riferimento a un disturbo molto comune. Come sappiamo tutte le vertebre sono interamente correlate tra di loro, stare seduti [...]
  • La posizione del gatto per combattere... Esercizi da fare a casa per chi soffre di mal di schiena La posizione del gatto o marjariasana è una delle posizioni più praticate nello yoga. Questa posizione migliora la rigidità della schiena, rendendo più flessibile la colonna vertebrale, il collo e le spalle. Permette di migliorare lo stato di rigidità per tutti coloro che [...]
  • Tacchi alti e mal di schiena Tacco alto, croce e delizia dell’universo femminile. Come i tacchi alti possono provocare il mal di schiena. La maggior parte delle donne ama indossare il tacco alto, indossando calzature che le fanno guadagnare fino a venti centimetri di altezza in più. Il risultato è maggior femminilità e sensualità ma anche minor base di appoggio e [...]
  • IL DOLORE AL POLSO DELLE MAMME Le donne in gravidanza e le neomamme possono andare incontro ad un fastidioso dolore al polso che rischia di diventare invalidante e limitare le attività della vita quotidiana. La sindrome del tunnel carpale e la sindrome di De Quervain sono i disturbi più comuni che colpiscono i polsi delle neomamme. La sindrome del tunnel carpale [...]

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Facebook